Limite ai contanti.
L’esperienza maturata in questi anni di lavoro mi porta a non dare nulla per scontato.
Ritorniamo quindi sul divieto del pagamento delle retribuzioni in contanti πŸ’΅πŸ’΅.

Era il primo luglio 2018 quando secondo l’articolo 1 comma 910 della legge 205 del 2017 Γ¨ scattato il divieto di corrispondere le retribuzioni in contanti ai propri dipendenti ed anche in caso di soli acconti sullo stesso.
Le uniche modalitΓ  per pagamento degli stipendi sono:

πŸ“Œ invio di bonifico sul conto corrente con IBAN
πŸ“Œ Utilizzo di strumenti di pagamento elettronico es. Carta prepagata
πŸ“Œ Tramite emissione di assegno consegnato direttamente al lavoratore
πŸ“Œ effettuando un pagamento in contanti ma direttamente presso lo sportello bancario dove il datore di lavoro aperto conto corrente di tesoreria con mandato di pagamento.
Chiaro per tutti? Non incorrete in errori😬

Leave a Comment